Pesaro in trasferta a Cremona, Banchi: "Dobbiamo cambiare rotta velocemente"

Presso lo Spazio Conad di via Gagarin il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro Luca Banchi ha presentato il posticipo della 9^ giornata del campionato di Serie A che domenica 21 novembre alle 20:45 al PalaRadi vedrà i biancorossi sfidare la Vanoli Cremona:

“Veniamo da una settimana difficile dopo l’indegna prestazione di sabato scorso contro Napoli, oltre a diversi problemi fisici di alcuni giocatori. Ovviamente abbiamo preparato con impegno il match di domenica sera, abbiamo cercato di ritrovare dignità in palestra. Soltanto il campo ci dirà se avremo lavorato bene, affronteremo Cremona che è una squadra che arriva da un’ottima stagione e che esprime una pallacanestro di alta qualità con giocatori protagonisti e gerarchie ben definite. La partita nasconde delle insidie a livello tecnico- tattico, finora noi non siamo riusciti a esprimere quella qualità di gioco e la continuità di rendimento necessarie per competere. La squadra di coach Galbiati presenta tanti giocatori che hanno le carte in regola per essere protagonisti nel corso del match, noi siamo consapevoli dell’estrema urgenza di vincere delle partite per arrivare a essere un team migliore”.

“La Vuelle è un club molto efficiente, organizzato e strutturato – ha proseguito Coach Banchi – che si ispira ai modelli dei migliori club italiani, con una visione chiara e che investe nelle risorse tecniche e anche umane. Per tutti questi motivi dobbiamo offrire una pallacanestro di qualità, senza alcun tipo di scuse. Dobbiamo cambiare rotta velocemente, in squadra possiamo contare su un giocatore e un uomo eccellente come capitan Carlos Delfino che è appena stato riconvocato con la maglia della Nazionale argentina per i match di qualificazione ai Mondiali in programma la prossima settimana”, ha concluso il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro.

 

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro

 

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.