Pescara Basket, Di Diomede: "Qui per il progetto e per riportare in alto questa società"

A poco meno di due settimane dall’inizio della stagione abbiamo raccolto le impressioni dell’ala forte Simone Di Diomede, uno dei due volti nuovi della Pescara Basket versione 2021/2022, il primo in ordine cronologico ad essere stato ingaggiato.

Ciò che mi ha convinto ad accettare la proposta della società è stato il progetto, che ritengo molto valido – esordisce Di Diomede – e per la possibilità di poter crescere sia come squadra che come individuo, attraverso il lavoro quotidiano con coach Vanoncini e del suo staff. Questi sono stati due aspetti fondamentali che mi hanno spinto definitivamente a sposare in maniera convinta il progetto Pescara Basket.”

Nonostante abbia dovuto inserirsi in un gruppo già consolidato e che già lavora insieme da un anno Simone non ha riscontrato particolari difficoltà nell’entrare nei meccanismi di squadra: “conoscevo già diversi ragazzi e di conseguenza anche le loro caratteristiche sia tecniche che umane, quindi le difficoltà nell’inserirmi in un nuovo contesto sono state molto relative. Ovviamente per quanto riguarda gli schemi – prosegue Di Diomede – loro che sono qui da un anno partono avvantaggiati, ma con il lavoro settimanale sia io che Matteo stiamo entrando molto bene nei meccanismi di squadra.”

Per concludere un bilancio sul pre campionato ed uno sguardo alla stagione ormai alle porte: “sarà sicuramente un campionato molto stimolante. I roster sono stati tutti allestiti bene e non c’è una corazzata che prevale su tutte le altre, quindi ogni partita sarà impegnativa. Il nostro precampionato, che si concluderà con il torneo di Campli questa settimana, è stato abbastanza lungo – conclude il lungo biancazzurro – ma partita dopo partita siamo andati sempre più in crescendo sotto tutti i punti di vista. Abbiamo tutte le carte in regola per fare bene.”

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.