Matteo Folli ritorna ad Ozzano

102 presenze e 763 punti realizzati nella sua precedente esperienza triennale ozzanese tra il 2016 e il 2019, Matteo Folli torna quindi al Pala Arti Grafiche Reggiani dopo una stagione positiva trascorsa al Bologna Basket 2016, seconda in classifica del campionato di C Gold emiliano-romagnolo al momento dell’interruzione dovuta alla pandemia da Covid-19.

 

Sono molto felice di tornare ad OzzanoQua mi sento a casa – puntualizza – e appena ho saputo che c’era la possibilità di tornare a fare parte della squadra mi sono battuto perché questa possibilità si concretizzasse”.

 

Com’è stato per Matteo Folli questo periodo particolare dove la pallacanestro è rimasta ferma per diversi mesi? “La quarantena mi ha dato modo di staccare un po’ la spina e ricaricare le pile – racconta – ora però è il momento di tornare in campo e non vedo l’ora di iniziare ad allearmi con i compagni, vecchi e nuovi.”

 

Folli troverà una Sinermatic parecchio diversa rispetto a quella lasciata due anni fa. L’età media è notevolmente scesa in seguito al mercato estivo di questa stagione, e a 24 anni festeggiati lo scorso 22 Luglio Matteo è oggi il terzo giocatore più “anziano” del roster dopo Chiusolo e Bertocco. Che effetto fa a Folli questa statistica che lo rende praticamente un “senatore”? “Non credo di riuscire a considerarmi un senatore. Sicuramente se posso dare l’esempio ad un compagno più giovane di me non mi tirerò indietro. C’è però da dire che per quanto giovani siano i miei nuovi compagni, molti di loro hanno partecipato più anni in questo campionato”.

 

“Se sapremo coinvolgerci e creare un gruppo solido – conclude Folli – sono sicuro che riusciremo a sopperire alle lacune dei singoli, soprattutto in termini di esperienza”.

 

La Società New Flying Balls è così lieta di dare il più caloroso bentornato ad Ozzano a Matteo Folli!

Marco Rivola
Responsabile Area Comunicazione New Flying Balls Ozzano

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.