Brindisi soffre ma batte Trieste (81-74). Vitucci: "Vittoria importante", Dalmasson: "Reazione buona, ma non è bastato"

Brindisi centra la terza vittoria su quattro partite del girone di ritorno, chiudendo gli anticipi del sabato della 20° giornata con la vittoria al PapaPentassuglia sull’Allianz Pallacanestro Trieste per 81-74. Un successo che permette ai pugliesi di restare con Virtus Bologna e Dinamo Sassari al 2° posto (26 punti), mentre gli alabardati restano fermi a 18 punti.

Una partita (come poi si capirà dalle dichiarazioni) caratterizzata dalla partenza lanciata di Brindisi (27-13 al 10′), che poi prova a controllare lo sforzo nel corso della stessa. Nel finale, però, Trieste si avvicina pericolosamente, al punto da avere più di un’occasione per completare una clamorosa rimonta, che però non riesce. Cinque i giocatori in doppia cifra per Brindisi, con Derek Willis (15+10 rimbalzi), Nick Perkins (14+6 rimbalzi), Darius Thompson (14+5 assist e 4 rimbalzi) e Riccardo Visconti (14) in evidenza; Milton Doyle (19) è stato il top-scorer di serata.

Così a fine partita coach Frank Vitucci: “Vittoria importante e non semplice, contro un’ottima squadra quale Trieste. Non era facile giocare contro una squadra che abbiamo già battuto solamente quindici giorni fa. Siamo stati abbastanza bravi, lasciando loro a 74 punti con cinque uomini in doppia cifra a referto da parte nostra. Abbiamo sofferto nella ripresa, fermando troppo la palla, come si evince dalla differenza del numero di assist tra primo e secondo tempo“.

Se avessimo tirato meglio i liberi, non saremmo arrivati così tirati fino alla fine. Non meritavamo di patire così tanto, dopo una partita condotta dal primo all’ultimo possesso. Nel girone di ritorno siamo a tre vittorie e una sconfitta: dobbiamo dare atto ai ragazzi di ciò che stanno facendo“, ha aggiunto l’allenatore di Brindisi.

La parola passa poi a coach Eugenio Dalmasson: “Abbiamo lottato fino alla fine, ma abbiamo pagato una partenza difficile, concedendo 27 punti nel primo quarto agli avversari; un gap che ci siamo portati dietro quasi fino al termine della partita. La reazione poi è stata buona, abbiamo usato bene la zona, a 50″ dalla fine abbiamo avuto il tiro del pareggio, che abbiamo affidato al nostro giocatore più esperto; purtroppo non è entrato. Ci abbiamo provato“.

Brindisi ha dimostrato di essere una squadra in grado di sovrastarci fisicamente, ma noi abbiamo dato prova di orgoglio, dando prova fino all’ultimo di voler recuperare, su un campo molto difficile” – continua – “Adesso la priorità è tornare a lavorare, per preparare al meglio la prossima sfida. Ovviamente quando giochi con avversarie di questo livello, per pensare di vincere devi fare una partita quasi perfetta“.

Stasera abbiamo avuto un impatto non all’altezza, mentre per i successivi 3 quarti abbiamo saputo stare in partita” – conclude Dalmasson – “Dobbiamo riuscire a dare continuità per 40 minuti, perché come ha dimostrato Brindisi stasera, con squadre di questa caratura se non mantieni alta l’attenzione sempre puoi sicuramente avvicinarti e metterle in difficoltà, ma non puoi pensare di vincere“.

Dichiarazioni rispettivamente da Ufficio Stampa New Basket Brindisi ed Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste 2004.

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.