Stella Azzurra VT fa filotto, vincono Frascati e Tiber, seconda vittoria anche per Albano

LE PARTITE DEL SABATO

Negli anticipi di sabato 16 novembre il basket laziale ha visto ancora una volta un bel livello di pallacanestro, speranza per tutto il movimento regionale.

Fallisce ancora l’appuntamento con i primi due punti della stagione Smit Roma Centro, al Pala Tellene passa la Tiber nonostante le numerose assenze. I 20 punti di Algeri sono troppi per la squadra di coach Iannucci. Rimane comunque l’amaro in bocca per i padroni di casa che a tre minuti dalla sirena finale erano ancora in partita e in svantaggio di sole 5 lunghezze (50-55). Poco prima dell’ultima sirena tutta l’esperienza e la freddezza della Tiber fa segnalare il parziale di 6 a 0 che fissa il punteggio finale: 50-61.

Vince al photofinish la Petriana che batte 82-81 Frascati, registrando una delle migliori prestazioni in queste prime otto giornate e regalando la più grande sorpresa di questo sabato di pallacanestro. Momento chiave a 50 secondi dal termine quando coach Cecconi ordina il fallo sistematico. Barruca lo esegue con troppa foga e gli viene fischiato un fallo antisportivo, mandando in lunetta Di Bello che con freddezza fa due su due e ferma il punteggio sull’82-81. Canestri inviolati negli ultimi secondi, grazie anche ai 3 falli ancora a disposizione della squadra di coach Tonolli.

Quinta vittoria consecutiva per Basket Roma che stravince in casa contro un irriconoscibile Anzio Basket Club. Significativo già il primo break (10-0) e poi il primo parziale 26-6 che delineano dalle prime battute l’andamento del match. Impossibile riequilibrare una partita del genere per D’Alfonso e compagni mentre per coach Canini una buona opportunità di assemblaggio della compagine che aveva iniziato in salita questo campionato ma che si sta riprendendo la scena partita dopo partita. Finisce 85-48 e dopo aver messo la quinta, Roma non vuole più fermarsi.

Vittoria esterna per Frassati Ciampino che con un canestro di Belli a 6 secondi dalla fine si prende due punti importantissimi per il proprio campionato. Non bastano i 29 punti di D’Anolfo, Pontinia ha ancora tanto materiale cestistico e talento inespresso e si trova nelle basse posizioni in classifica nonostante le aspettative del progetto. Finisce 70-72.

Due punti in trasferta anche per Grottaferrata che si prende la scena sul campo di San Paolo chiudendo i 45 minuti sul punteggio di 101 a 93, maturato soprattutto nel tempo supplementare. Dopo un overtime Ridolfi trascina i compagni fino al secondo posto. Non basta la super prova di Federico Loi, ha la meglio San Nilo che ha saputo resistere nel tempo e soprattutto ha saputo giocare al pieno delle proprie potenzialità per puntare l’obiettivo stagionale.

Riprende fiducia Civitavecchia che vince sul campo della Virtus Fondi per 88 a 70. Determinanti i 29 punti di Hankerson. La SteMar continua il suo periodo di crescita mentre Fondi è ancora impantanata nell’unica vittoria conquistata in 8 giornate.

SOLO DUE PARTITE DI DOMENICA

Nella domenica soltanto due match in programma: Vincono Stella Azzurra e Albano.

Ci ha preso gusto Albano Basket Club che ora non ha più intenzione di fermarsi. Vince anche contro Alfa Omega di 11 lunghezze, 85-74. La squadra di coach Cipriani mette da subito le cose in chiaro mettendo a segno il primo parziale di 24-11. Alfa Omega lotta e vince il secondo ed il terzo quarto ma non basta contro un Albano che non vuole lasciare più niente agli avversari.

Iniziano a non fare più notizia le vittorie della Stella Azzurra Viterbo, corsara anche al Pala Pass. Troppo forte la squadra di Fanciullo che con i 19 punti di Pebole e i 16 di De Gregorio conquista l’ottava vittoria consecutiva dopo otto giornate e si posiziona, sempre più radicata, in cima alla classifica. Per il  Pass Roma non in giornata Procaccio mentre il fondamentale difesa sembra trovare poco spazio nelle gambe dei padroni di casa. Finisce 56-79 per Stella Azzurra, sempre più sola e capolista.

 

Commenta
(Visited 55 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.