Green Basket Palermo, al PalaMangano arriva Cremona

Il Green Basket Palermo è atteso da una sfida che rappresenta di fatto una delle ultime occasioni per continuare a credere nella rincorsa ai playout. Domani al PalaMangano arriva infatti la Ju. Vi. Ferraroni Cremona, e per i palermitani sarà fondamentale vincere per conquistare due punti di vitale importanza nella corsa salvezza.

I biancoverdi, ancora a secco di successi in questa seconda fase hanno però mostrato segnali incoraggianti sia contro Varese che a Fiorenzuola. Pur non essendo arrivati punti in classifica, le prestazioni messe sul parquet dai ragazzi di coach Verderosa hanno sicuramente dato spunti importanti in vista di questo finale di stagione.

Dall’altra parte ci sarà una formazione in piena lotta per l’accesso ai playoff, reduce da 4 vittorie consecutive (3 delle quali in casa, a cui si aggiunge la trasferta di Torrenova), e al momento al 7° posto della classifica. Diversi i nomi da tenere d’occhio tra i lombardi, con Antrops, Bona e Toure a fare la voce grossa in termini realizzativi (tutti e tre oltre i 10 punti di media a partita).

La guardia biancoverde Mirko Gentili presenta così la sfida: “Loro sono una squadra in fiducia che lotta per i piani alti della classifica. Noi abbiamo avuto pochi giorni per preparare la partita, ma ci faremo trovare pronti. Sappiamo che non sarà facile, ma niente è impossibile e faremo di tutto per vincere. Chiediamo un ultimo sforzo ai tifosi per seguirci e supportarci”.

Palla a due in programma domani sera alle 19 al PalaMangano, arbitri del match saranno Samuele Riggio di Siderno (RC) e Antonio Giuseppe Giordano di Gela (CL). L’incontro sarà visibile in diretta streaming sulla piattaforma LNP Pass.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.