Tutto facile per l'Olimpia con Shields e Tarczewski, Trieste ko 102-84

L’A|X Armani Exchange Milano conquista la quinta vittoria consecutiva in campionato superando l’Allianz Trieste. L’inizio del match è molto equilibrato, con i meneghini bravi a trovare punti in velocità con Rodriguez (13 punti e 8 assist) e Tarczewski (20 punti e 10 rimbalzi) e i giuliani a costruire ottimi canestri per i tagli di Konate (6 punti e 4 rimbalzi) e Grazulis (13 punti). L’Allianz è comunque in fiducia e ciò è dimostrato anche dalle triple prese da Corey Davis (14 punti e 4 assist), valevoli il primo sorpasso triestino sul 14-15. Sul finire del primo periodo, Shields (17 punti) torna a calcare i parquet di Serie A dopo tre mesi dall’infortunio al polso e arma la mano di Baldasso (6 punti), autore della tripla che vale il controsorpasso meneghino sul 19-17. Anche nel secondo periodo Trieste continua a muovere bene il pallone, affidandosi al cecchino Campogrande (11 punti) – protagonista di un bel duello a distanza con Datome (7 punti) – e alla bomba di Alexander del 24-31. Nel momento di difficoltà, l’A|X Armani Exchange va da Rodriguez (autore di un paio di triple fulminanti) e Melli in post-basso ricucendo lo svantaggio (36-38). Nel finale di primo tempo, Milano riesce ad alzare i ritmi e a trovare i tiratori Ricci e Daniels (8 punti), quest’ultimo autore del canestro del 44-40 che sposta l’inerzia a favore dell’Olimpia.

Nella ripresa, Shields si prende il palcoscenico siglando 11 punti di gran talento che fanno scappare – grazie anche alla regia di Rodriguez – i meneghini sul 62-51. La percentuale da tre punti di Trieste inizia a calare, ma Banks (12 punti) non ci sta e i suoi canestri di puro talento provano a tenere Trieste in partita. Sul finire del terzo quarto, Alexander (7 punti e 5 rimbalzi) dalla lunetta riavvicina l’Allianz sul -7 ma Baldasso con una tripla e l’assist per Biligha mantiene la doppia cifra di distanza tra le due squadre (72-60 dopo 30’). Successivamente, Milano continua ad andare sulle ali dell’entusiasmo, allungando ulteriormente con Datome, una buona presenza di Biligha e Tarczewski sotto le plance e qualche altra fiammata di Shields e Rodriguez. Trieste continua a giocare bene ma i ritmi dell’A|X Armani Exchange sono insostenibili, rendendo vani gli appoggi di Delia (7 punti e 5 assist) e gli ultimi canestri di Banks. Finisce 102-84.

 

Comunicato a cura di: Sito ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.